Contributi Previdenziali

Farmacisti: contributi ENPAF 2023 importi e scadenze

L’iscrizione all’ ENPAF –   ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA FARMACISTI e il pagamento dei relativi contributi  sono  obbligatori e automatici per tutti gli iscritti agli albi professionali degli Ordini provinciali dei farmacisti.

Va ricordato che per determinare l’anzianità di iscrizione utile ai fini della maturazione della pensione di vecchiaia si considera che per un  anno di iscrizione, è necessario un periodo pari ad almeno sei mesi e un giorno nell’ambito del medesimo anno.

Vi è anche un Contributo associativo una tantum pari a euro 52,00 (non dovuto dai neoiscritti che chiedono di versare il contributo di solidarietà).

Contributi previdenziali ENPAF 2023

I contributi annuali 2023, in forma ordinaria e ridotta,  e   suddivisi ai fini previdenziali, assistenziali e per la maternità ,  sono i seguenti:

Contributo

Previdenza

Assistenza

Maternità

TOTALE

Intero

5.002,00

30,00

9,00

5.041,00

Doppio

10.004,00

30,00

9,00

10.043,00

Triplo

15.006,00

30,00

9,00

15.045,00

Riduzione del 33,33%

3.335,00

30,00

9,00

3.374,00

Riduzione del 50%

2.501,00

30,00

9,00

2.540,00

Riduzione dell’85%

750,00

30,00

9,00

789,00

Solidarietà 3% (dipendenti)

150,00

30,00

9,00

189,00

Solidarietà 1% (disoccupati)

50,00

30,00

9,00

89,,00

Contributi ENPAF Pagamento e scadenze

I contributi di previdenza, assistenza e maternità per il 2023 verranno riscossi tramite avvisi di pagamento PagoPA emessi dalla Banca Popolare di Sondrio e inviati sulla casella di posta elettronica certificata degli iscritti dall’indirizzo [email protected] entro il mese di maggio 2023. 

I duplicati potranno essere scaricati nell’area riservata di Enpaf Online. 

Per quest’anno, la scadenza delle tre rate è fissata al:

  •  30 giugno, 
  • 31 luglio e 
  • 31 agosto 2023.

 Chi versa unicamente il contributo di solidarietà riceverà un solo  avviso di pagamento con scadenza 30 giugno

Per chi dovesse versare il contributo relativo a un biennio  l’importo verrà ripartito su quattro rate: 30 giugno, 31 luglio, 31 agosto e 29 settembre 2023.

ENPAF quali sono le riduzioni contributive?

Esercenti attività professionale in regime di lavoro dipendente: riduzioni del 33,33%, 50% e 85%

  • Disoccupati temporanei e involontari: riduzioni del 33,33%, 50% e, per un massimo di 5 anni, 85%. Una volta superato questo periodo il soggetto che permanga in stato di disoccupazione ha diritto alla riduzione massima del 50% in quanto equiparato all’iscritto che non esercita attività professionale. La condizione di disoccupazione deve essere attestata dal Centro dell’Impiego a seguito della presentazione della dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro (DID).
  • Non esercenti attività professionale: riduzioni del 33,33% e 50%.
  • Pensionati Enpaf non esercenti attività professionale: riduzioni del 33,33%, 50% e 85%.
  • Pensionati Enpaf che esercitano attività professionale senza ulteriore previdenza obbligatoria (per es. titolari di farmacia in pensione): riduzioni del 33,33% e 50%.
  • Chi sceglie di versare il contributo previdenziale in misura ridotta otterrà una prestazione pensionistica proporzionalmente ridotta.

Le domande di riduzione vanno inviate con la modulistica disponibile QUI entro il 30 settembre di ogni anno per l'anno successivo.

Per maggiori informazioni si può consultare il sito www.enpaf.it

Nessun articolo correlato